Zenzero: proprietà, uso, valori nutrizionali, controindicazioni

No votes yet.
Please wait...

Lo zenzero è una spezia caratterizzata da molte proprietà e da un’azione particolarmente tonica e stimolante: molto utile per combattere la nausea e stimolare la digestione. Scopriamo tutti i benefici dello zenzero e come utilizzare questa spezia nel modo migliore.

Zingiber officinale

Lo zingiber officinale o più comunemente zenzero, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle zingiberaceae. Lo zenzero viene comunemente impiegato in cucina, poiché presenta importanti proprietà digestive ed antinfiammatorie, che lo rendono particolarmente importante per favorire la salute di stomaco e cuore.

Proprietà dello zenzero e utilizzo in cucina

Lo zenzero è particolarmente apprezzato come spezia nell’industria alimentare: si tratta di un pregiato aromatizzante. Con lo zenzero si produce la famosa bevanda conosciuta a livello internazionale con il nome di ginger ale. Lo zenzero è inoltre una spezia conosciuta per le sue importanti proprietà medicinali. È possibile acquistare in commercio questa spezia, in forma di radice fresca o essiccata o in alternativa è disponibile sul mercato in polvere, o ancora in forma di estratto o come zenzero candito, impiegando solamente lo zucchero naturale della sua radice. L’essiccazione della polvere della radice di zenzero viene operata per la realizzazione di capsule che potranno essere assunte come normali compresse. I medici prescrivono solitamente una dose di zenzero giornaliera che si attesta attorno ai 500, 1000 milligrammi. La principale proprietà dello zenzero è quella di antinfiammatorio naturale e di digestivo; la spezia è inoltre uno dei più efficaci medicinali antinausea ed anti-vertigine. Con lo zenzero è possibile trattare disturbi, quali ad esempio il mal di mare, il mal d’auto e la nausea mattutina.

Altre proprietà dello zenzero

Lo zenzero può inoltre vantare proprietà antiemetiche che agiscono sulle pareti dello stomaco e dell’intestino: i principi attivi della pianta sono tutti concentrati all’interno della radice; trattasi principalmente di sostanze non volatili come i gingeroli, le mucillagini e alcune tipologie di resine. Nella medicina tradizionale cinese, lo zenzero ricopre un ruolo importante: la spezia viene impiegata per il trattamento dell’osteoartrite e dell’influenza; lo zenzero viene inoltre utilizzato come stimolante del cuore e come protettivo della mucosa gastrica. Grazie all’azione antibiotica dello zenzero, la spezia è un valido alleato per molti organi del nostro corpo, come ad esempio cuore, stomaco ed intestino. L’olio di zenzero vanta importanti proprietà: antinausea naturale, tonificante, digestivo, antidolorifico, antivirale ed afrodisiaco. Da ultimo lo zenzero è utile anche per combattere e contrastare l’alitosi: a tal proposito potrete sorseggiare acqua calda bollita per 10 minuti con all’interno dello zenzero fresco; l’infuso di zenzero è un rimedio naturale che favorisce la digestione e contrasta l’accumulo di tossine e la fermentazione batterica nello stomaco.

Calorie e valori nutrizionali dello zenzero

In cento grammi di zenzero sono contenute rispettivamente 80 chilo calorie. L’apporto proteico è di 1,92 grammi e i carboidrati presenti sono rispettivamente 17.77 grammi. In centro grammi di zenzero vi sono inoltre 1,7 grammi di zuccheri, 0,75 grammi di grassi, 0 grammi di colesterolo, 2 grammi di fibra alimentare e infine 13 milligrammi di sodio.

Uso in cucina dello zenzero

Vi sono molti modi per impiegare lo zenzero in cucina; molto gustosa è la ricetta dei biscotti allo zenzero. Per realizzare i biscotti dovrete procurarvi 450 grammi di farina, 70 grammi di zucchero, 25 grammi di burro, un pizzico di sale, un cucchiaio di lievito, 1 cucchiaio di zenzero, 1 cucchiaio di cannella, mezzo cucchiaio di chiodi di garofano in polvere, mezzo cucchiaio di noce moscata; e ancora, un uovo, un cucchiaio di vaniglia e 200 grammi di miele. Dovrete far sciogliere il burro e il miele in una padella e mescolarli con lo zucchero, le spezie ed un pizzico di sale. Procedete amalgamando la farina e il lievito e aggiungete successivamente le uova. Quando avrete lavorato a dovere l’impasto, lasciatelo riposare per un paio d’ore in frigorifero. Dopo che l’impasto avrà riposato, potete procedere a stenderlo con l’ausilio di un mattarello, dandogli la forma che dovranno avere i vostri biscotti: per questa operazione potrete servirvi di apposite formine o stampi. Infine, mettete i biscotti in forno alla temperatura di 180 gradi e decorateli a cottura ultimata.

Controindicazioni zenzero

Prima di utilizzare lo zenzero a livello terapeutico, è importante consultare il parere di un medico, soprattutto in alcuni casi; sarà importante rivolgersi alle cure di un medico per l’utilizzo dello zenzero, in particolare in stato di gravidanza, se si assumono farmaci antinfiammatori e se si assumono farmaci antiaggreganti e anticoagulanti (come ad esempio la cardio aspirina). L’interazione tra farmaci antiaggreganti e anticoagulanti con lo zenzero, può dare dei problemi, per via dell’effetto fluidificante della spezia. Inoltre, l’assunzione dello zenzero è assolutamente da evitare, in caso della presenza di allergia nota, verso una o più componenti della spezia. È inoltre consigliabile un utilizzo regolare e non eccessivo di zenzero, poiché un eccesso di assunzione della spezia, può dare origine a gastrite ed ulcere. Un recente studio di scienziati statunitensi ha paragonato la polvere di zenzero al famoso farmaco antiemetico metoclopramine ed ad un placebo, per valutare l’insorgenza di nausea post operatoria. Dall’indagine emersa dallo studio americano, è risultato che in un numero di 60 donne in attesa di un intervento chirurgico, il gruppo di quelle trattate con 1000 grammi di zenzero ha reagito nel medesimo modo del gruppo di donne trattate invece con 10 milligrammi di metoclopramine.

Curiosità che riguardano lo zenzero

Tornando alla ricetta consigliata in uno dei paragrafi precedenti, relativa ai biscotti di zenzero, questi dolci sono grandi protagonisti delle favole tradizionali della cultura britannica. Anche in un noto film d’animazione della Tv (Shrek), il protagonista consuma un irresistibile gingerman bread.

Dimagrire con lo zenzero

L’assunzione di zenzero sembra che sia un ottimo rimedio naturale che aiuta le persone che vogliono dimagrire; la spezia accelera infatti il metabolismo, agendo di fatto come un vero e proprio alimento brucia grassi. In particolare, il gingerolo, principio attivo presente all’interno dello zenzero, presenta degli effetti termogenici che permettono di aumentare la temperatura corporea e conseguentemente di bruciare un numero maggiore di grassi.

No votes yet.
Please wait...