Come valutare la qualità di un pneumatico

No votes yet.
Please wait...

La scelta del giusto pneumatico dell’automobile è un’operazione molto importante, oltre che per la sicurezza della guida, anche per l’efficientamento delle prestazioni del veicolo; oggi vi forniremo tutte le indicazioni per valutare la qualità di uno pneumatico auto.

La sostituzione delle gomme di un veicolo è certamente un momento importante, con il quale ogni automobilista si deve confrontare. A tal proposito sarà fondamentale prima di tutto essere a conoscenza di quale pneumatico risulta più adatto ed adeguato per il proprio veicolo. La scelta dello pneumatico in base alle caratteristiche tecniche di un veicolo, è particolarmente importante e determinante, al fine di garantire un’adeguata ottimizzazione ed efficientamento delle prestazioni del veicolo.

Molte sono inoltre le varianti climatiche che andranno necessariamente considerate per la scelta di uno pneumatico, a seconda delle stagioni dell’anno nelle quali utilizzeremo diversi modelli di gomme. Le condizioni del manto stradale sono diverse, oltre che da luogo a luogo, anche in riferimento alle condizioni climatiche; la scelta delle giuste gomme potrà, a seconda delle diverse situazioni e condizioni climatiche, aiutare ad affrontale ogni difficoltà tipica della guida in ogni stagione dell’anno.

Come leggere e valutare un pneumatico

Come precedentemente detto, le condizioni atmosferiche e climatiche sono un aspetto essenziali per comprendere le chiavi di lettura di un pneumatico. In molte Regioni e località della penisola, soprattutto nel settentrione, le temperature scenderanno nel corso dell’inverno, anche al di sotto dei sette gradi centigradi, sfiorando la soglia dello zero; in queste circostanze climatiche, il manto stradale potrebbe essere interessato dalla presenza di ghiaccio e neve, che senza dubbio rendono più difficoltosa ed insidiosa la guida di un veicolo.

In particolare, per la guida su un manto stradale ricoperto da ghiaccio e neve, l’impiego e la dotazione di gomme invernali aiuterà il conducente a beneficiare di una maggior stabilità ed aderenza del veicolo su strada, nonostante le condizioni pregiudicate del manto stradale. Le gomme estive sono invece dei prodotti concepiti, progettati e costruiti per massimizzare le prestazioni di un veicolo che si trova a percorre un tratto stradale in condizioni di temperature medio alte, come quelle che caratterizzano la primavera e l’estate.

Stile di guida, fattore determinante

I diversi stili ed approcci alla guida, influenzano notevolmente la scelta dello pneumatico più adatto alle nostre esigenze personali. Nella scelta di un treno di gomme, non basterà infatti considerare esclusivamente l’aspetto climatico e le condizioni del manto stradale che ci troviamo più frequentemente a percorrere. Nella scelta e nella valutazione delle qualità di uno pneumatico, è molto importante anche valutare attentamente il proprio stile di guida. Sarà necessario scegliere pneumatici di un certo tipo, se il nostro stile di guida risulta più tranquillo e meno dinamico; in alternativa, se amiamo le automobili sportive e il nostro stile di guida è più reattivo e dinamico, in tal caso sarà bene optare per l’acquisto di un tipologia differente di pneumatico.

Uno stile di guida particolarmente sportivo richiederà certamente la dotazione di un pneumatico con prestazioni particolari e differenti da quelle che caratterizzano uno pneumatico invece più indicato per uno stile di guida tranquillo. Anche la frequenza con la quale utilizziamo il nostro veicolo è molto importante per valutare la scelta degli pneumatici. In particolare, se ci troviamo spesso ad affrontare lunghi viaggi, per ragioni professionali o famigliari, sarà opportuno optare per l’acquisto di una certa qualità di gomme; se invece utilizziamo poco il veicolo e soprattutto per percorsi cittadini, caratterizzati da un tempo limitato di guida, in tal caso la scelta del pneumatico dovrà essere orientata su prodotti differenti.

Strumenti che ci aiutano a scegliere e valutare la qualità di uno pneumatico

Nell’era dell’informazione digitale, esistono molti strumenti che riescono a fornirci dei consigli e un sopporto tecnico, nell’orientamento relativo alla scelta e alla valutazione della qualità di uno pneumatico. Ad esempio è possibile accedere sulla rete a dei portali e a dei motori di ricerca di settore, che ci forniscono un prezioso supporto nella scelta dello pneumatico più adatto alle nostre esigenze personali.

Grazie ai diversi motori di ricerca e portali digitali dedicati alla vendita di pneumatici online, sarà possibile, in base al proprio stile di guida e alle caratteristiche tecniche del proprio veicolo, scegliere il pneumatico adatto. In questi appositi motori di ricerca, talvolta sarà possibile inserire i dati più o meno specifici del nostro veicolo; questi dati riguarderanno in particolare la marca del nostro veicolo, il modello e la misura delle gomme. Le ricerche del calcolatore digitale sono tendenzialmente molto rapide, e in pochi secondi potremo consultare il risultato, con tutti i modelli di pneumatici disponibili sul mercato, il loro prezzo e le loro caratteristiche tecniche.

Alcuni di questi motori di ricerca digitali specifici, rappresentano un servizio proposto direttamente dai produttori di pneumatici. Ad esempio, molto utilizzato è il motore di ricerca digitale, proposto dal marchio Michelin. Grazie a questi strumenti, sarà possibile scoprire moltissimi prodotti, adatti in particolare alle caratteristiche del veicolo che avremo inserito nel calcolatore; potremo consultare tutte le informazioni relative ai prodotti che risultato dalla ricerca, con il link della pagina dettagliata di ogni singolo risultato.

Lettura della marcatura di un pneumatico

Per effettuare una scelta seria, ponderata e consapevole di un pneumatico, valutandone in modo attento qualità e caratteristiche, sarà inoltre indispensabile essere in grado di leggere la marcatura di ogni singolo prodotto. Nella marcatura di un pneumatico, sono indicate tutte le informazioni specifiche relative al prodotto; in particolare nella marcatura vengono indicati la marca e la gamma del prodotto e le sue misure e caratteristiche specifiche. In riferimento alle caratteristiche del prodotto, vanno intese in particolare la larghezza, l’altezza del fianco, il diametro, la struttura, l’indice di carico e infine la categoria di velocità.

Ecco un esempio specifico di lettura della marcatura di uno pneumatico. La marcatura inizia con un numero: esso rappresenta la larghezza nominale della sezione dello pneumatico; detta misura viene espressa in Nm. La marcatura prosegue poi, dopo una barra, con un altro numero: esso sta ad indicare la serie del pneumatico; si tratta di un numero in percentuale che determina il rapporto tra l’altezza del fianco e la larghezza della sezione.

Dopo il secondo numero vi è una lettera. Quest’ultima indica in particolare la struttura della carcassa dello pneumatico. A tal proposito precisiamo che oggi tutti gli pneumatici in circolazione, sono caratterizzati da una struttura di tipo radiale. Dopo la lettera, la marcatura di uno pneumatico, prosegue ancora con un numero: esso determina il diametro della gomma, e in particolare il diametro del cerchio della stessa; il diametro del cerchio viene espresso in pollici.

A questo punto la marcatura è contraddistinta da un breve spazio, al quale segue un altro numero che esprime l’indice di carico dello pneumatico; si tratta in questo caso di un codice numerico corrispondente ad un’apposita tabella. La marcatura si chiude poi con una lettera: essa indica la categoria di velocità dello pneumatico. Per categoria di velocità andrà intesa la velocità massima alla quale lo pneumatico potrà portare il carico che viene indicato. Le categorie di velocità di uno pneumatico, potranno andare dalla lettera A (indice di velocità più basso) alla lettera Y (indice di velocità più alto). Vi è tuttavia un’eccezione: la lettera H si trova tra la lettera U e la lettera V.

Altre tipologie di marcatura di uno pneumatico

Per concludere la panoramica informativa, relativa alla valutazione delle qualità di uno pneumatico, vogliamo citare alcune marcature alternative, delle quali sono dotati alcuni prodotti. Tra le marcature alternative vi è innanzitutto la marcatura UTQG. Si tratta di un tipo di marcatura adottata nel Nord America, richiesta espressamente dal Dipartimento dei Trasporti degli Stati Uniti. Detta marcatura dovrà necessariamente figurare negli pneumatici commercializzati e venduti all’interno del territorio degli Stati Uniti d’America. Troveremo tuttavia questa dicitura anche sugli pneumatici venduti in Europa, poiché molti produttori americani, operano anche sul mercato europeo.

Un’altra marcatura alternativa riguarda le informazioni sulla fabbricazione. Grazie a questa particolare marcatura, il consumatore potrà essere informato sul luogo e il periodo di produzione di uno specifico pneumatico.

Sul fianco degli pneumatici invernali, potranno inoltre trovarsi due tipologie di marcature alternative. La prima è la marcatura M+S: si tratta di un’informazione che sta ad indicare che lo pneumatico, in riferimento alla regolamentazione e normativa europea, è uno pneumatico da neve. Bisogna tuttavia precisare che per quanto riguarda le prestazioni del prodotto, esse non sono oggetto di alcun tipo di test di tipo regolamentare.

L’altra marcatura alternativa della quale possono essere dotati gli pneumatici invernali è la marcatura 3PMSF. La sigla sta ad indicare la dicitura Peaks Mountain Snow Fake, ovvero fiocco di neve su montagna a 3 picchi. Questa dicitura non è nient’altro che un pittogramma che ha lo scopo di indicare quelli che sono gli pneumatici idonei ad affrontare la presenza di neve importante sulla strada e in generale adatti alla marcia del veicolo in condizioni di neve impegnativa. Le caratteristiche particolari e le relative prestazioni di questi pneumatici, in questo caso sono confermate da una serie di test regolamentari effettuati sul prodotto, prima di essere commercializzato. In particolare su questo pneumatico vengono condotti dei testi di frenata, in condizioni invernali descritte e previste dal regolamento ECE 117.02.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.