Cosa significa arredamento Contract

No votes yet.
Please wait...

Contract & Furniture, cosa significa? Da qualche anno ormai, anche in Italia, si sta parlando sempre di più di questa modalità per arredare negozi, case, uffici, hotel e ristoranti. Andiamo nel dettaglio per capire meglio il termine e le caratteristiche di questo lavoro!

L’arredamento Contract prevede 2 attività/compiti svolte in contemporanea dall’azienda produttrice di arredi. L’azienda si occuperà allo stesso tempo di :

  • Fornitura dei mobili e arredi: l’azienda si preoccupa di produrre mobili e arredi “su misura” nelle dimensioni e nelle tipologie adatte al luogo da arredare per donare un effetto di precisione e di piacere all’ambiente.
  • Montaggio dei mobili: questa operazione prevede l’installazione di mobili nell’ambiente da arredare, cosicché il cliente non si debba preoccupare di nulla!

DEFINIZIONE DI GENERAL CONTRACTOR

Non è un lavoro che si limita alla scelta d’arredo, è una pianificazione strategica molto più complessa. Il General Contractor è colui che si prende la responsabilità di definire e gestire tutte le operazioni che stanno alla base del progetto, dall’esecuzione alla consegna chiavi in mano. Questa figura ha l’incarico più importante, è collocato al vertice della piramide e si occupa di:

  • scegliere i materiali per la produzione
  • scegliere i lavoratori
  • scegliere mezzi e attrezzature da utilizzare per la montatura
  • scegliere i servizi necessari per consegnare il progetto finito e terminato

Per maggiori informazioni sulla figura del “contraente generale” si può consultare in maniera più approfondita il Codice Civile (Articolo 1655 – contratto d’appalto) e tutta la relativa normativa sull’edilizia. All’interno del testo di legge si trovano tutte le informazioni riguardante la figura dell’appaltatore e le normative che regolano gli appalti privati.

Chi è l’appaltatore? L’appaltatore è colui che si assume la responsabilità di dirigere i lavori, contrariamente al committente (o anche chiamato appaltante) che commissiona un lavoro spendendo il proprio denaro.

Ogni azienda esterna specializzata nel proprio settore viene definita come sub-contractor (traducendo in italiano viene definito come “sub fornitore”) e viene incaricata e scelta dal general contractor.

COSA NON BISOGNA TRASCURARE

La difficoltà e la bravura di chi offre questo servizio consiste nel fare conciliare la fantasia (design, qualità e stile) degli interni con le esigenze e le disponibilità del cliente. Bisogna stare attenti a curare bene ogni dettaglio, come ad esempio:

  • la scelta dei colori: un’attenzione particolare quando si arreda un ufficio, uno spazio pubblico oppure una abitazione privata va posta nella scelta dei colori e dei materiali di tutti gli elementi. In base ai gusti si può optare per toni freddi per zone formali, e tonalità calde per aree comuni e relax
  • scelta dei materiali: in base al budget e ai gusti del cliente l’arredatore sceglie la tipologia di materiale da adottare. (legno pregiato, vetro singolo o doppio vetro, PVC, alluminio, tessuti, …)
  • scelta di un’illuminazione corretta: la luce solitamente viene proiettata dall’alto se ci troviamo in aree usate per leggere o scrivere mentre nelle aree relax è preferibile una luce in fasci, proiettata su pareti dal basso, che crea un ambiente rilassante. La luce è un elemento di arredo molto importante.

Queste sono alcuni degli elementi che un arredatore deve tenere in considerazione, ma ce ne sarebbero molte altre da elencare. Passiamo ora a vedere tutti i procedimenti che avvengono nella fornitura di arredamenti con la formula contract.

ARREDAMENTO COMPLETO CHIAVI IN MANO

Perché si chiama Contract? Semplicemente perché il cliente che si affida a questo servizio professionale non deve occuparsi assolutamente di niente! Il referente è unico e si chiama General contractor, in italiano contraente generale.

FASE DI ANALISI

  • Breafing Operativo: In questa fase l’appaltatore e il committente concordano una data per incontrarsi e discutere del progetto da iniziare, scambiando opinioni e idee sul da farsi.
  • Individuazione degli immobili: Il cliente deve presentare dei dati toponomastici (indirizzo , numero civico, cap, provincia ecc..)
  • Punto della situazione: Si osservano i vari punti critici prima di procedere nella realizzazione del progetto , si analizza la fattibilità per poi passare alla fase del progetto.

FASE DI PROGETTO

  • Progettazione dell’ architettura o architettonica: E’ un procedimento volto a cambiare un ambiente. Il progettista tramite l’ausilio di un computer è capace di riprodurre modelli d’ambienti tridimensionali (3D). Così facendo illustra in maniera chiara (per rendersi un’idea) la prospettiva dello spazio dove la persona successivamente andrà ad abitare , lavorare , e spendere il proprio tempo. Gli ambienti possono essere svariati; come ad esempio una camera,un ufficio , un box, un laboratorio e via dicendo. Oltre a questo si terrà in considerazione l’impiantistica, ossia quel ramo dell’ingegneria che si occupa dello studio degli impianti industriali (ovviamente nel nostro caso lo studio sarà centrato su impianti per la casa o per uffici comprendenti di impianti elettrici , impianti fotovoltaici, camini, sistemi di sicurezza, sistemi di climatizzazione, e idraulici .
  • Progettazione di arredi interni : In questa fase si arreda ogni singolo ambiente con criteri di buon senso e logica. Tramite un disegno si può realizzare un modello che poi andrà a rispecchiare la realtà con misure standard e su misura.
  • Progettazione del Building Automation: Come dice la parola stessa “automazione degli edifici” è la scienza che si occupa delle funzioni intelligenti di un edificio. Per esempio per accedere alla propria stanza d’Hotel si ha in dotazione molto spesso una tessera o badge inserito nella fenditura elettronica della porta permette l’apertura. All’interno di una casa si possono installare strumenti intelligenti come rilevatori d’incendi , termoregolazione autonoma , gestione intelligente dell’illuminazione e molte altre cose.
  • Pratiche autorizzative e Pratiche catastali: Aspetti burocratici. Bisogna essere a norma per quanto riguarda i requisiti amministrativi. Questi aspetti potrebbero riguardare pratiche autorizzative: sull’allacciamento di scarico alla rete fognaria, sulla montatura del contatore di elettricità, sul certificato di agibilità e molto altro.

Bisogna avere in dotazione tutti i documenti riguardanti le pratiche catastali:

  • Accatastamento: Sono dati che servono all’istat come il censimento e il classa mento di tutte le abitazioni nuove per poi sapere quanti numero di abitanti ci sono in una determinata regione.
  • Frazionamenti: Si ottiene tramite la divisione di un terreno in più lotti , il comune deve approvare tutto ciò, bisogna avere dei documenti in proprio possesso come la planimetria della casa ecc..
  • Successioni ereditarie: Documento dove sono indicati i vari proprietari di casa nel tempo.
  • Visure ipo-catastali: Conteggio degli immobili , serve per conoscere tutti i beni e saperne chi ne è il proprietario.

FASE DI PROGETTO STRUTTURALE SULLA SICUREZZA

  • Analisi strutturale: Comprende tutte quelle operazioni ingegneristiche che prevedono dei calcoli numerici, informatici, volti alla “meccanica della struttura”. Questa analisi si utilizza anche in ambito civile, vengono utilizzati molti calcoli fisici.
  • Progetti esecutivi: Si eseguel’ingegnerizzazione di tutte le operazioni dell’intero progetto. E’ formato da tanti elementi come ad esempio: – relazione generale;-relazioni specialistiche; -elaborati grafici, -piani di manutenzione esicurezza ecc..
  • Autorizzazione Sismica: Prima di edificare unedificio si controlla se il terreno è “buono” ossia se presenta alcunecaratteristiche che permettono la costruzione dell’edificio. Le pratichesismiche sono documenti che contengono tutte queste informazioni.
  • CSP (Coordinatore per laSicurezza in fase di Progettazione): è una persona specializzata che incaricata dalcommittente controlla e svolge dei compiti contenuti nell’articolo 91 comma 1 del decreto legislativo 81/08
  • Piano Operativo diSicurezza: Questa mansione spetta al datore di lavoro. Il datore di lavoro devecreare questo documento dove all’interno ci devono essere tutti i rischiche potrebbero accadere ai lavoratori. E’ anche una guida che i lavoratoridevono conoscere perché spiega come prevenire incidenti e rischi sullavoro.

FASE DI REALIZZAZIONE

In questa fase si realizza tutto ciò che prima si è stabilito di fare. Si realizzano impianti per poi essere collaudati e consegnati. I tempi di consegna si stabiliscano nella fase iniziale col committente quando si firma il contratto.

Queste sono tutte le fasi che attraversano il lavoro del General Contractor, lunghe e piene di responsabilità.

  • Hotel
  • Negozi
  • Boutique
  • Abitazioni
  • Spa
  • Uffici
  • Biblioteche
  • Mostre
  • Spazi pubblici
No votes yet.
Please wait...