Come arredare un ufficio con pareti mobili e pavimenti flottanti

No votes yet.
Please wait...

Arredare bene uffici e ambienti di lavoro significa realizzare il comfort abitativo ponendo attenzione anche all’aspetto estetico. Dopotutto si tratta del primo biglietto da visita di un’azienda e per questo vanno curati i dettagli. Ci sono tanti elementi da prendere in considerazione, elementi che diventano strumenti nelle mani del progettista per aumentare la qualità degli spazi. Pareti di vario tipo si integrano con altri sistemi, con pavimenti sopraelevati e controsoffitti, nella ricerca della massima flessibilità e del coordinamento di tutti gli elementi per uno sfruttamento ottimale degli spazi.

  • Pavimenti sopraelevati, o flottanti
  • Pareti divisorie mobili e attrezzate
  • Controsoffitti

Cos’è un pavimento sopraelevato?

Si chiama anche pavimento flottante e, come dice la parola stessa, non è un pavimento appoggiato a terra, bensì poggia su una struttura metallica rialzata che supporta pannelli aventi dimensioni pari generalmente a 60cm x 60cm. I pannelli sono formati da 3 strati: il piano di calpestio, l’anima strutturale del pannello ed il foglio di isolamento.

Piano di calpestio

Qualsiasi superficie piana dove avviene il passaggio di persone. E’ la parte visibile del pavimento sopraelevato. Può essere realizzato con materiali differenti:

  • Laminato HPL legno caratterizzato da una stampa fotografica che riproduce esattamente i vari tipi di parquet. E’ una soluzione economica e performante.
  • Il Grès porcellanato è una ceramica a pasta compatta e dura caratterizzato da proprietà come durezza, resistenza meccanica, rigidità e resistenza all’abrasione. Tali proprietà dipendono dalla composizione e struttura dei materiali ceramici e dagli speciali processi produttivi a cui essi sono sottoposti. La ceramica è ottenuta sostanzialmente da impasti di argille, sabbia ed altre sostanze naturali che, dopo apposita preparazione, vengono cotte a temperature molto elevate ( 1000-1300 C°). Il gres è un prodotto dalle elevate caratteristiche tecniche ed estetiche, è versatile e funzionale. Piastrelle effetto cemento ,pietra, marmo ed anche parquet o tessuto ,disponibili in diverse soluzioni cromatiche per arredare con raffinatezza e naturalezza tutti gli ambienti. Superfici di finitura naturale, levigato lucido, satinato, lappato, strutturato, per rispondere alle specifiche esigenze estetiche e tecniche.
  • Il PVC è un materiale vinilico che riproduce ed imita perfettamente il marmo, la pietra, il parquet , oppure è in tinta unita o con diversi disegni e colori .Ha molte caratteristiche vantaggiose: è resistente al calpestio, è economico e disponibile in un’ ampia gamma di colori che permettono di personalizzare gli ambienti. Nella versione acustica ovatta i rumori interni allo spazio ed assorbe i rumori di calpestio.
  • Il linoleum, materiale naturale dalla forte valenza ambientale ed ecologica. E’ realizzato con un supporto in tela di juta rivestito da una miscela di olio di lino ,farina di legno ,sughero e pigmenti.
  • Il Parquet in legno naturale è un elemento di arredo di grande resa estetica e permette di creare ambienti caldi ed accoglienti. L’ampia gamma cromatica delle diverse essenze consente di scegliere tra diversi colori. I legni possono essere anche verniciati, trattati o lavorati a disegno.
  • Il granito ,il marmo o le pietre, materiali naturali di grande impatto estetico.
  • La moquette trattiene le polveri dell’ambiente, isola dal rumore, isola termicamente ; è una soluzione economica disponibile in molteplici soluzione estetiche per ambienti di lavoro ed ambienti domestici.
  • Pvc,moquette e gres autoposanti che possono essere posati su pavimenti sopraelevati grezzi o preesistenti.

Anima strutturale del pannello

L’anima può essere fatta di conglomerato ligneo o solfato di calcio. Disponibili anche pannelli in vetro, realizzati per progetti in cui sono richiesti trasparenza e luminosità.

Foglio di isolamento

Solitamente in alluminio, applicato sul retro del pannello, per proteggere dall’umidità.

Sopraelevati per interni

Presentano alcuni vantaggi da non sottovalutare. A tal proposito è bene ricordare proprietà come le seguenti.

  • Versatilità: possono essere posizionati sopra un pavimento esistente
  • Praticità: la manutenzione è semplice. In caso si danneggi un pannello è molto facile sostituirlo.
  • Facile sostituzione: se si vuole cambiare il colore o la finitura di un pavimento dopo anni dal montaggio, è possibile sostituire i pannelli con altri a proprio piacimento.
  • Accessibilità: facilmente removibile, permette di accedere alle reti ed al cablaggio posizionato nell’ intercapedine sotto i pannelli.

L’altezza della pavimentazione richiesta è ottenuta grazie alla regolazione verticale della struttura portante su cui poggiano i pannelli . Nell’intercapedine sotto il pavimento è possibile alloggiare impianti elettrici, telefonici, idraulici e di climatizzazione.

Pareti Divisorie

Le pareti divisorie mobili e accessoriate sono molto utili quando si vuole ottimizzare l’uso dello spazio. Negli ultimi anni vengono utilizzate molto spesso in uffici, hotel, negozi, spazi pubblici ed anche in abitazioni private dove sia necessario suddividere e separare gli ambienti.

Sono composte da diversi materiali. In base alle esigenze tecniche ed estetiche ,si possono scegliere diverse soluzioni

  • Pareti divisorie in legno: Esistono diverse qualità di legno; legno pregiato come il massello (ricavato dalla parte più densa dell’albero) oppure legno lamellare o l’impiallacciato. Molte le essenze legno disponibili. Da non dimenticare i pannelli in conglomerato legno con finitura in nobilitato melaminico , anche con finitura strutturata, soluzione estetica performante dai costi contenuti. Sono disponibili anche pareti divisorie vetrate con profili in vero legno.
  • Pareti in vetro: i vantaggi estetici della parete divisoria in vetro sono sostanzialmente trasparenza, permeabilità e leggerezza. Il vetro trasparente consente il passaggio della luce e permette quindi di rendere più luminosi gli ambienti. La parete divisoria in vetro inoltre ha un buon isolamento acustico, soprattutto nella versione con doppi o tripli vetri.
  • Pareti divisorie attrezzate: utili quando si vuole suddividere, arredare ed attrezzare uffici, ambienti di lavoro , abitazioni. Non solo mobili, ma veri sistemi di partizione. Queste pareti a moduli contenitori sono facili da installare e possono sostituire le tradizionali pareti in muratura.

Le diverse tipologie di armadiature e le molteplici finiture disponibili permettono un’ampia possibilità di scelta per creare soluzioni adatte ad ogni ambiente. Queste pareti possono essere attrezzate ed accessoriate con ripiani in conglomerato legno o metallo ,telai portaschede estraibili, porta-abiti ;possono comprendere anche vani di passaggio con porte di vario tipo e moduli tecnici in cui alloggiare impianti di vario genere.

La pareti mobili sono autoportanti e si installano fissandole al soffitto e al pavimento. Sono smontabili e riutilizzabili e permettono di effettuare interventi di modifica e di integrazione nel futuro.

Controsoffitti

I controsoffitti sono facilmente integrabili ed abbinabili ai sistemi di pareti mobili .

I controsoffitti in cartongesso si adattano ad ogni stile e ad ogni esigenza. Permettono di nascondere gli impianti di riscaldamento e di climatizzazione e, grazie alle molteplici finiture disponibili, possono dare un’impronta classica o moderna agli ambienti. Possono essere utilizzati per abbassamenti , velette, sbalzi o trasformati i qualsiasi forma, anche curvilinea, grazie alle flessibilità delle lastre. E’ possibile inserire faretti , plafoniere ad incastro , od integrare il controsoffitto con l’illuminazione led. I controsoffitti possono ospitare nell’intercapedine materiale isolante. Molto utilizzato negli ambienti di lavoro è il controsoffitto smontabile ed ispezionabile, costituito da una struttura metallica leggera che forma un reticolo sorretto da tiranti fissati a soffitto Su questa struttura vengono posizionati i pannelli modulari che rappresentano la parte visibile del controsoffitto. Molto ampia la possibilità di scelta dei pannelli con elevate capacità di isolamento termico ed acustico, soprattutto nella versione con lastre forate e fessurate.

  • Pannelli in gesso alleggerito: ispezionabili, incombustibili, resistenti all’umidità, verniciabili, ecologici, performanti acusticamente.
  • Pannelli in lana di roccia: leggeri, economici, rivestiti con un velo verniciato, con buone prestazioni acustiche, adatti in ogni ambiente.
  • Pannelli in fibra : con un ottimo rapporto qualità e prezzo
  • Pannelli in metallo: alluminio e acciaio preverniciato. Controsoffitto in alluminio a doghe bianche o colorate, con bordi arrotondati. Pannelli quadrati e rettangolari, diversi per design ed applicazione. Lavabili, durevoli, resistenti al fuoco e all’umidità, igienici ed efficaci in termini di isolamento acustico, soprattutto nella versione microforata, possono essere completamente riciclati.
  • Pannelli in legno: elementi modulari in mdf fonoassorbenti, dall’estetica ricercata.Forature e asolature a vista e un panno acustico tnt nero garantiscono l’assorbimento acustico.

Il soffitto teso è un elemento di arredo di grande impatto estetico, perfetto in ogni contesto. E’ la soluzione ideale per creare atmosfere particolari. Non riduce lo spazio del soffitto in quanto non è dotato di una struttura portante come i controsoffitti. E’ costituito da un telo non infiammabile in pvc che, riscaldato con getti di aria calda, si dilata e si estende permettendone così l’ancoraggio sul perimetro del soffitto tramite un sistema speciale di fissaggio. E’ disponibile in molte varianti: opaco, verniciato, retroilluminato, riflettente, lucido, metallizzato, satinato, microforato, stampato. Molti i vantaggi: permette la retroilluminazione con diffusione uniforme della luce ,è impermeabile e quindi adatto ad ambienti umidi, consente di dilatare visivamente gli spazi, riduce il riverbero acustico, è leggero, è lavabile, può essere smontato e rimontato facilmente

No votes yet.
Please wait...