Come ottimizzare gli spazi di un ufficio con l’impiego di pareti divisorie mobili

No votes yet.
Please wait...
Parete divisoria mobile e accessoriata Ge Giussani

Parete divisoria mobile e accessoriata Ge Giussani

Oggi le tecniche e le concezioni di arredo degli spazi lavorativi, sono molteplici; Il settore della progettazione e produzione di arredi, offre moltissime possibilità per riuscire ad ottimizzare nel modo migliore i propri spazi interni lavorativi. Un sistema attuale molto apprezzato per l’arredo degli uffici, ma anche degli spazi commerciali, negozi e ambienti domestici, è quello che prevede l’impiego e la predisposizione di pareti divisorie mobili: l’ausilio di queste strutture permette senza dubbio di creare più ambienti separati, ma anche di allargare le aree di lavoro e garantire ai propri ambienti una maggior luminosità.

Un ambiente interno potrà assumere differenti connotazioni, grazie alla creazione di nuovi spazi, ricavati grazie all’ausilio di pareti mobili. La caratteristica e peculiarità più importante e significativa delle pareti mobili, è rappresentata dal fatto che esse non vi vincoleranno e non rappresenteranno delle soluzioni di tipo permanente: è infatti possibile effettuare delle modifiche a proprio piacimento, nella disposizione delle proprie aree di lavoro, suddividendo ogni postazione, secondo le proprie necessità. Ovviamente sarà possibile operare delle modifiche strutturali, indipendentemente dal fatto che i vostri ambienti interni saranno concepiti come aree open space, o in alternativa saranno caratterizzati da spazi riservati. Grazie all’ausilio di pareti mobili, è possibile disporre di strutture mobili separatrici di vario genere: il mercato offre la possibilità di acquistare e predisporre strutture estremamente semplici, o in alternativa pareti mobili più elaborate, caratterizzate da proprietà specifiche, come ad esempio l’insonorizzazione acustica, o la trasparenza, per conferire una maggior luminosità agli ambienti. Le soluzioni che potrete adottare sono dunque molteplici e le opzioni e le variabili che dovrete considerare sono altrettanto varie.

Caratteristiche tecniche delle pareti mobili divisorie

Le pareti mobili divisorie, inizialmente furono concepite dagli architetti come delle strutture decisamente elementari: con il tempo queste strutture si sono notevolmente evolute, tanto da essere considerate parte integrante dei componenti di arredo disegnati e concepiti per gli uffici e gli spazi lavorativi. Le pareti mobili divisorie sono oggi in grado di adattarsi in modo sempre più preciso a spazi estremamente ridotti, oltre ovviamente che a spazi caratterizzati da una superficie importante.

Negli ultimi anni sono stati sviluppati ed ideati nuovi materiali, utilizzati per la produzione delle pareti mobili divisorie: l’impiego di materiali innovativi ha notevolmente contribuito a dare vita a soluzioni innovative e pratiche. Le pareti divisorie mobili si sono così trasformate in strutture estremamente leggere e funzionali, ma allo stesso tempo in grado di creare un’ambientazione estremamente elegante, con un dispendio economico più contenuto.

Prima di effettuare la scelta della parete mobile più adatta ad essere predisposta nei vostri ambienti, sarà necessario analizzare in termini approfonditi la superficie specifica a disposizione, e la collocazione degli arredi all’interno degli spazi, come ad esempio scrivanie e mobili; molto importante sarà inoltre considerare lo stile e il design che caratterizzano il vostro ambiente, e la motivazione per la quale intendete effettuare una modifica della disposizione logistica degli arredi all’interno dell’ambiente. Il fattore relativo alla disposizione logistica, è molto importante per effettuare un scelta consapevole delle pareti mobili divisorie, più adatte alle vostre esigenze personali.

I materiali che vengono oggi impiegati per la produzione di pareti mobili divisorie, sono tendenzialmente i seguenti: vengono utilizzati l’alluminio, il vetro, il plexiglass, l’acrilico, l’acciaio o in alternativa il legno. Questi materiali citati, sono quelli che più comunemente vengono impiegati per la realizzazione di queste strutture. La scelta del materiale che caratterizzerà il modello di pareti mobili che sceglierete, rappresenta certamente un aspetto determinante: ogni materiale impiegato, è caratterizzato infatti da alcune peculiarità tecniche specifiche, e pertanto potrà essere abbinato con altri materiali che caratterizzeranno gli arredi già presenti nei vostri spazi.

Vantaggi delle pareti mobili divisorie

Il primo vantaggio che caratterizza le pareti mobili divisorie e la loro grande versatilità; alcune strutture potranno essere montate, venendo assemblate ad altre, mentre altre pareti mobili saranno caratterizzate da dei particolari snodi, garantendo la possibilità di effettuare diverse installazioni e montaggi. Predisponendo nei vostri ambienti delle pareti divisorie, sarà possibile creare degli ambienti di lavoro personalizzati, in modo facile e con la possibilità di effettuare nel tempo delle modifiche. Gli ambienti che potrete creare potranno ottimizzare al meglio le diverse misure di metratura della superficie.

Oggi in commercio esistono le più varie tipologie di pareti divisorie: potrete dunque scegliere il modello più indicato per le vostre esigenze stilistiche, in grado di adattarsi in modo armonioso con il design dei vostri ambienti. Inoltre sarà possibile oggi acquistare ed installare nei propri uffici delle pareti mobili divisorie completamente insonorizzate: all’interno dei pannelli verranno predisposti dei particolari film isolanti, con lo scopo di non far penetrare suoni e rumori. In riferimento alle particolari esigenze di resistenza e robustezza, oggi sono disponibili in commercio strutture estremamente robuste, in grado di resistere in modo ottimale ad urti e vibrazioni. Per chi invece ricercherà un particolare stile o design, sarà opportuno considerare che alcuni materiali saranno certamente predisposti a subire delle lavorazioni in grado di conferire alle pareti delle forme particolari.

Installazione e montaggio

Per quanto riguarda le fasi di montaggio delle pareti mobili divisorie, alcune strutture dovranno semplicemente essere posizionate in appoggio: queste pareti sono anche le più semplici da spostare. Vi sono poi strutture che andranno invece ancorate e fissate al suolo. Infine vi sono le così dette strutture a binario. Si tratta di soluzioni che permettono un movimento rapido della parete, in modo da aumentare o in alternativa diminuire i propri spazi, ovviamente fino ad un certo limite previsto dalla struttura stessa.

La possibilità di ampliare i propri spazi lavorativi, nel posizionamento di pareti mobili, dovrà essere operata con la massima attenzione e logica: in questo modo sarete in grado di ottimizzare il perimetro della superficie che avrete a disposizione. La predisposizione di pareti mobili divisorie, vi offre la possibilità di concedervi infinite possibilità, per sfruttare al meglio la superficie dei vostri uffici.

No votes yet.
Please wait...

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.